back to » Architettura

La piazza dell’architettura

LA PIAZZA DELL’ARCHITETTURA

Piazzale Valdo Fusi dal 30 giugno al 4 luglio sarà un bacino che attirerà l’attenzione dei cittadini con 30 delle iniziative in programma per il festival, che si concentreranno nell’area pedonale e nelle vicine sedi dell’ex Borsa Valori e dei Magazzini OZ.
I cancelli dell’ex Borsa Valori, vera casa del festival, apriranno per la prima volta dal 1992 il 30 giugno alle ore 18.00 e dal 1° al 4 luglio dalle ore 10.00 alle 23.00, orari durante i quali sarà possibile visitare INtheCuBE: un’installazione composta da oltre 40 elaborazioni create da architetti, designer e artisti che hanno risposto alla call della Fondazione OAT e dell’Ordine degli Architetti di Torino racchiudendo la propria interpretazione di “sconfinamenti” in uno spazio cubico di 40 centimetri.
Sabato 4 luglio, per la chiusura di Architettura in Città, si assisterà alle 18.30 alla conferenza dell’architetto e docente al MIT Carlo Ratti e dello scrittore Bruce Sterling: organizzata dalla Fondazione OAT e dall’Ordine degli Architetti di Torino in collaborazione con Share Festival e FabLab Torino, l’iniziativa propone una riflessione sulle opportunità della domotica a partire da Casa Jasmina, un prototipo di appartamento ‘connesso’ e open-source ideato e promosso da Arduino e realizzato presso Toolbox Co-Working.
Alle 21.30 dello stesso giorno si svolgerà la premiazione della dodicesima edizione di Architetture Rivelate, il riconoscimento annuale dell’Ordine degli Architetti di Torino alle realizzazioni architettoniche che contribuiscono a migliorare la qualità dell’ambiente costruito: un’iniziativa volta a stimolare la capacità critica anche tra i non addetti ai lavori.

All’esterno dell’ex Borsa Valori, in piazzale Valdo Fusi, per tutta la durata del festival si potrà assistere ad uno sconfinamento sonoro: l’installazione Distanti/Limitrofi, realizzata in collaborazione con Club To Club e IED, che inviterà i passanti a oltrepassare i confini virtuali tracciati da suoni disegnati dal sound designer Painè Cuadrelli, che collegheranno la piazza a luoghi diversi e lontani, costruiti attraverso il suono e posizionati nello spazio fisico.

Sul piazzale, in via Giolitti 19/a, si affacciano i MagazziniOz, spazio di accoglienza polivalente nato per sostenere con la propria attività l’organizzazione no-profit CasaOz, che durante i giorni del festival offrirà i propri spazi per 7 iniziative.
Tra queste, dall’1 al 3 luglio avrà luogo LabLitArch, il workshop di architetture letterarie promosso dalla Fondazione OAT e curato da Matteo Pericoli, un’occasione per mettere in luce le relazioni tra testo letterario e struttura architettonica, trasformando un libro letto in un modellino tridimensionale: i risultati del laboratorio saranno presentati presso l’ex Borsa Valori sabato 4 luglio alle ore 11.00.
Qui tutti i giorni alle ore 17.00 si potrà assistere agli incontri dei Focus group dell’Ordine degli Architetti: il 1° luglio MinD. Mad in Design, sul tema del design dello spazio domestico per la disabilità psichica, in collaborazione con il Focus La professione per i giovani e le pari opportunità; il 2 luglio C+S Architects. Contaminazioni morfologiche nell’ambito del recupero e restauro dell’architettura, a cura del Focus Conservazione, riuso, restauro; il 3 luglio 4 for 0, un “world café” organizzato dal Focus Sostenibilità ed energia durante il quale si confronteranno 4 esperti di economia, sociologia, urbanistica e fotografia su scenari di nuove strategie urbane sostenibili.
Tra le altre iniziative dei focus, si svolgerà all’ex Borsa Valori il 1° luglio alle 14.30 l’appuntamento Oltre il Piano Regolatore di Torino nel suo ventennale, curato dai Focus Pianificazione locale, metropolitana e strategica, Paesaggio e VAS e Non libera professione: un dibattito sugli sviluppi del progetto della Città di Torino con il progettista del Piano Regolatore di Torino Augusto Cagnardi, gli assessori Stefano Lo Russo e Claudio Lubatti e il direttore dell’urbanistica Paola Virano. Il 3 luglio alle ore 17.00 presso la Sala Infernotti Ospedale San Giovanni Vecchio, a pochi metri dal piazzale Valdo Fusi, si potrà seguire la conferenza Lo spazio nel tempo e nel cinema promossa dal Focus La professione per i giovani e le pari opportunità, un’indagine sulla concezione dello spazio nel tempo reale della storia e nella visione cinematografica.

16/06/15