back to » Architettura

Concorsi per la qualità

CONCORSI PER LA QUALITÀ

Il 27 febbraio è stato siglato un protocollo d'intesa tra Inarcassa, la sua Fondazione e il Comune di Bologna per la pubblicazione di cinque concorsi che raccoglieranno le migliori soluzioni progettuali per la realizzazione di nuovi edifici scolastici a Bologna: i bandi si caratterizzeranno per l'attenzione alla qualità estetica e funzionale, al risparmio energetico e al rispetto degli standard di sicurezza nei criteri di selezione.

Questa non è la prima esperienza per la Fondazione Inarcassa, che è stata anche tra i promotori del concorso per la Città della Scienza di Napoli, riconoscendo in questa procedura un irrinunciabile strumento per consegnare alla cittadinanza opere di qualità.

"È essenziale che la selezione dei progetti avvenga in due fasi" spiega Felice De Luca, delegato Inarcassa e consigliere della Fondazione Inarcassa "una procedura aperta che consenta nella prima fase la raccolta di idee progettuali anche da parte di professionisti meno strutturati - normalmente i giovani - attraverso pochi elaborati che non richiedano grandi investimenti; alla seconda fase accederanno i professionisti che avranno presentato le proposte migliori, cui sarà richiesta la redazione di un progetto preliminare a fronte di un rimborso spese. Infine al vincitore del concorso sarà automaticamente affidato l'incarico per le restanti fasi della progettazione".

In secondo luogo, per la Fondazione Inarcasssa, l'incarico non deve essere affidato tramite il ricorso al massimo ribasso "procedura iniqua e che non garantisce affatto l'interesse del committente, ma che anzi spesso produce danni ingenti"; nel concorso per la ricostruzione della Città della Scienza, ad esempio, l'importo è stato definito in base al Decreto Parametri e non rientra tra i criteri di selezione.

"Ritengo che nel futuro si debba lavorare, e se sarò rieletto nel comitato nazionale di Inarcassa e di conseguenza nella Fondazione, opererò in questo senso" conclude De Luca "per rendere il concorso una procedura privilegiata per la selezione dei progetti da parte della pubblica amministrazione, con azioni dimostrative concrete come quella di Napoli e di Bologna, ma anche attraverso una proposta condivisa di modifica del Codice degli Appalti, che sancisca legislativamente i principi che consideriamo fondamentali nell'organizzazione di un concorso".


03/03/15