back to » Design

(Colour) Interior club

(COLOUR) INTERIOR CLUB

Che cos’è l’ornamento in architettura? Secondo Adolf Loos, tra i primi architetti moderni, è un sovraccarico assolutamente evitabile, puerile e inutile che distoglie l’attenzione della forma e dalla funzione dell’edificio su cui viene posto. Da allora il tema è diventato un tabù per i progettisti di rigida ortodossia funzionalista e oggi raramente si dedica un pensiero progettuale all’utilizzo del colore.
E la scelta delle tonalità e degli accostamenti può essere definita come una decorazione effimera o anch’essa incide sulla qualità e sulla vivibilità degli spazi? Per riflettere sulla questione, lunedì 21 novembre il ciclo di formazione tra pari Interior club chiuderà l’edizione 2016 con una puntata speciale, proposta in collaborazione con Sikkens AkzoNobel e intitolata Ornamento è delitto, un’occasione per discutere tra colleghi sul ruolo e sulle potenzialità del colore nel campo dell’interior design. Seguendo il consolidato format del ciclo, l’incontro prenderà il via dal racconto di alcuni progetti realizzati o in fase di realizzazione in cui il colore ha rivestito un ruolo chiave, nel bene o nel male, e sui quali i presenti potranno esprimersi in un fluido confronto di esperienze, senza docenti e con il solo supporto di un moderatore.

Entro il 31 ottobre 2016 potete candidare un vostro progetto come spunto di discussione via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , indicando nell’oggetto “Progetto Interiori Club” e specificando:
- nome e cognome del progettista;
- numero di telefono e indirizzo mail;
- 5 immagini del progetto tra fotografie, disegni o tavole, di cui almeno una planimetrie;
- un testo di massimo 1.000 battute che spieghi l'attinenza del caso proposto con il tema dell'incontro.

La partecipazione all’incontro Ornamento è delitto sarà gratuita per coloro che presenteranno un progetto alla platea e darà diritto al riconoscimento di crediti formativi.

Con il contributo di Sikkens.

 

04/10/16

Nella fotografia: progetto WORKING/LIVING, di Elisa Enrietto