back to » Cultura

A scuola di partecipazione

A SCUOLA DI PARTECIPAZIONE

È aperta la call che invita i professionisti a candidarsi come architetti tutor all’iniziativa Le Fondazioni degli Architetti incontrano le Scuole, nata dalla volontà di promuovere il dialogo con chi vive gli spazi scolastici, i ragazzi e gli insegnanti, per individuare come migliorare il comfort e la funzionalità dei luoghi dell’insegnamento, anche in relazione ai nuovi modelli educativi. Il progetto è proposto dalla Rete nazionale delle Fondazioni degli Architetti, promossa dalla Fondazione OAT e che attualmente riunisce 15 delle 25 Fondazioni in Italia, 9 delle quali aderiscono all’iniziativa.
Gli architetti iscritti all’albo di Torino possono presentare la propria candidatura entro martedì 10 novembre 2015, inviando via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. il proprio curriculum vitae e una lettera motivazionale di massimo 3.000 battute, indicando come oggetto “Candidatura architetto tutor”. Non saranno richieste specifiche esperienze nel campo della progettazione di luoghi per l’istruzione, bensì la capacità di ascoltare le necessità dei fruitori degli spazi traducendole in linee guida di progettazione. A dimostrazione si potrà fare riferimento a competenze nel campo della progettazione partecipata acquisite attraverso la formazione (come tesi di laurea, tirocini e stage nelle pubbliche amministrazioni attinenti al tema) e attraverso l’attività professionale (ad esempio nell’ambito della facilitazione e della concertazione in processi di trasformazione, dell’accompagnamento sociale alle trasformazioni urbane o di progetti europei).
Ai tutor selezionati sarà fornito il bagaglio conoscitivo necessario alla gestione del progetto durante il workshop gratuito del 21 novembre 2015 organizzato dalla Fondazione OAT, della durata di 8 ore e valevole per il riconoscimento di 8 crediti formativi. In seguito l’attività da svolgere richiederà un impegno di 8 ore suddivise in più sessioni nelle scuole indicate e l’elaborazione successiva dei risultati per la presentazione in occasione dell’evento conclusivo del progetto. È inoltre possibile che si richieda la disponibilità a partecipare a un incontro al MIUR.

27/10/15